Quali palloncini usare per le feste

Oggi cercheremo di far chiarezza sulle varie tipologie di palloncini.
In ogni festa che si rispetti il palloncino non può mancare, viene utilizzato sia per addobbare che per intrattenere i bambini. In commercio ormai i palloncini si trovano dappertutto: al supermercato, nei negozi di articoli per la casa, nei negozi specializzati di party (ormai tanto diffusi anche in Italia), ma puoi facilmente trovarli anche On-line.
Cerchiamo però di vedere quali e quante tipologie di palloncino si possono trovare in commercio, in modo da essere pronti ad addobbare la prossima festa.
I palloncini, che di solito si utilizzano in varie ricorrenze, possono essere di 3 tipi:

  • Palloncini in lattice
  • Palloncini in mylar
  • Palloncini bubble

I Palloncini in lattice

Sono quelli più diffusi, hanno la caratteristica di essere molto elastici e per questo possono essere utilizzati sia nella loro forma originaria, (gonfiandolo e facendo un nodo per non far fuoriuscire l’ aria), sia in altre forme, effettuando sul palloncino delle manipolazioni, modificandolo con torsioni, nodi, intrecci ed incastri particolari.
I palloncini in lattice si trovano in diversi colori, dal trasparente al nero, ma si trovano anche con diverse stampe (a pois, a strisce, con stampa cuoricini, stampa stelle, stampa personaggi cartoni, e stampe con messaggi per ogni ricorrenza) e in diverse forme: a goccia, tondi, a forma di cuore, sagomati.
Infine ci sono anche altri palloncini che vengono utilizzati per la
decorazione con i palloncini (balloon art):

  • Palloncini modellabili: quelli lunghi e sottili;

  • palloncini link-o-loon: simili a quelli tondi ma con un codino sulla
    estremità opposto a quella del gonfiaggio;

  • Palloncini squareloons a rombo: questo è un palloncino con tre codini, uno per i 3 angoli del rombo e con la parte del gonfiaggio sul 4° angolo del rombo;

  • Palloncini deco-funny: questi sono dei link particolari e possono essere di diverse forme: ad arco (lungo circa 100cm), link (lungo circa 75cm per un diametro di 35 cm), ad S (proprio perche è a forma di S, lungo 100cm);

  • Palloncini a forma di Ciambella Tonda e a forma di ciambella fiore.

Oltre alla forma, anche la grandezza identifica il palloncino, di seguito riporto una tabella con le varie grandezze del palloncino, che si misura in pollici. La misura in centimetri è riferita al diametro del palloncino gonfio.

Il palloncino più venduto, che si trova in commercio è quello da 12
pollici, anche se potresti trovare quello da 10 pollici. Oltre a quelli visti su, ci sono anche palloncini più grandi, che da gonfi raggiungono un diametro fino a 180cm, comunemente chiamati mongolfiere. Vediamo quante misure ci sono:

Come gonfiare i palloncini in lattice

Il palloncino in lattice può essere gonfiato ad aria e ad elio.

Se vuoi gonfiarlo ad aria, soprattutto se devi gonfiarne tanti, è
preferibile utilizzare una pompetta o un gonfiatore elettrico.

Il mio consiglio è quello di gonfiare il palloncino nella sua estensione massima e poi sgonfiarlo un po’. Con questo piccolo accorgimento il palloncino diventa più morbido e quindi eviterai che lo stesso scoppi al semplice tocco.

Forse ti sarai chiesta anche tu, ma come faccio a gonfiare il palloncino per farlo volare?
Se desideri che il palloncino resti sospeso in aria, o meglio diventi volante, devi necessariamente gonfiare il palloncino con l’ elio (un gas molto leggero, non infiammabile e non tossico, per avere altre informazioni sul gas elio clicca qui)

Puoi gonfiare i tuoi palloncini ad elio o rivolgendoti da qualche negozio specializzato del party oppure acquistando delle bombole ad elio usa e getta, che di solito gonfiano un numero che varia dai 10 ai 50 palloncini in lattice di misura media 25 cm, in base alla misura della bombola acquistata.

Nel caso in cui decidi di acquistare una bombola usa e getta, ti consiglio di gonfiare e sgonfiare palloncini prima ad aria, in modo da verificare che siano integri e per far dilatare il lattice e poi gonfiarli ad elio, senza gonfiarli nella loro estensione massima per evitare che scoppino.

Anche se in commercio si trovano vari tipi di palloncini (lo strato del lattice può essere più o meno spesso), i palloncini gonfi ad aria hanno una durata di diversi giorni, a volte possono restare gonfi anche per un mese, mentre il palloncino gonfio ad elio ha una durata media di 12 ore.

Per aumentare la durata del gonfiaggio del palloncino ad elio si utilizza un gel chiamato Hi-float.

Ti ricordo inoltre che il sole è nemico dei nostri palloncini in lattice, se esposti per tanto tempo alla luce diretta del sole, prima inizieranno ad opacizzarsi, quindi non saranno più lucidi come quando li abbiamo gonfiati, e poi si sgonfieranno. Quindi se devi utilizzare i palloncini per allestire il tuo giardino o il tuo terrazzo, ti consiglio di gonfiare i palloncini quando il sole è andato via o di gonfiare i palloncini pochi minuti prima l’inizio della festa. Nel prossimo articolo parleremo dei palloncini in mylar.

Clicca qui per conoscere la nostra vasta gamma di palloncini

Quali palloncini usare per le feste

Oggi cercheremo di far chiarezza sulle varie tipologie di palloncini. In ogni festa che si rispetti il palloncino non può mancare, viene utilizzato sia per

Festa a tema Oceania

Uno dei cartoni più seguiti in questo momento dalle bambine, sicuramente è Oceania. Vaiana (dal nome originale Moana) è la protagonista del cartone, figlia ed